Un anno di Tomis

È passato poco più di un anno dall’apertura di questo blog e devo dire che ho già raggiunto il mio primo obiettivo: quello di avere un luogo “dove dare sfogo alla mia voglia di scrittura”, come spiego nella sezione Cos’è Tomis.
Spero però di averlo fatto bene. Spero cioè che i post che ho proposto non siano stati soltanto un insieme di parole a vanvera, ossia uno sfogo fine a se stesso, ma che ci sia stata qualità di scrittura e di contenuti, e magari che qualcosa di quello che avete letto vi sia rimasto dentro. Perché per me è davvero importante, direi fondamentale, che ciò che si scrive valga la pena di essere pubblicato e dunque, di conseguenza, di essere letto.

Anche in futuro continuerò ad aggiornare il blog con un post a settimana – circa, come fatto in questi ultimi mesi, e forse inserirò una nuova sezione da affiancare a Luoghi e a Libri: la sezione Volti. Uno spazio in cui raccontare storie di personaggi singolari e unici che vivono in montagna, o che nella loro vita hanno fatto qualcosa di altrettanto singolare e unico. Ho già in mente due, tre persone di cui raccontare brevemente la storia, o una parte della loro storia.
Che ne pensate? Vi piacerebbe? Vorrei che foste proprio voi a darmi una risposta, a dirmi se l’idea di questa nuova sezione vi ispiri o meno. Aspetto vostre indicazioni: contattatemi via mail, via social, via telefono o a tu per tu, come preferite.
Nel frattempo, grazie a Creativa Image che cura la struttura del blog, sono state apportate alcune migliorie al sito: sono stati razionalizzati i tag, in modo che la ricerca per argomenti sia immediata e stimolante, e in home page è stata inserita la possibilità di accedere velocemente ai vecchi post, scelti a caso dal sistema.

Infine, ascoltate: solo a voi che leggete il mio blog con regolarità faccio una confidenza: da qualche settimana ho iniziato a lavorare al mio prossimo libro. Se tutto andrà come spero, uscirà il prossimo autunno in vista del Natale. Ancora non posso e non voglio svelare nulla di più, se non che sarà pubblicato da Lyasis edizioni di Sondrio. E che sarà un racconto di viaggio.

Condividi questo post

Lascia un commento