Livigno: trekking d’autunno

thomasLuoghi

ATTENZIONE: EVENTO ANNULLATO E RIMANDATO ALLA PROSSIMA PRIMAVERA/ESTATE (SCELTA PRESA IN BASE ALLE NUOVE DISPOSIZIONI PER CONTENERE LA PANDEMIA DA COVID-19)

È in programma a Livigno (SO) nei giorni di sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre 2020 il trekking d’autunno Andare in montagna è tornare a casa.

Che cosa è
Il trekking è pensato per camminare in luoghi (quasi) integri dell’alta montagna, contemplare la natura, godere del silenzio delle valli isolate e osservare con più attenzione ciò che ci circonda.
Il trekking è di gruppo e in autosufficienza: si preparano i pasti in autonomia e si dorme con il sacco a pelo nel locale invernale di un rifugio; il percorso si sviluppa tra i sentieri di Italia e Svizzera con partenza e arrivo a Livigno, e può cambiare in base alle condizioni meteorologiche o del terreno. Un’esperienza da vivere tra pascoli, boschi, laghetti in quota, roccia e neve; una piccola avventura per apprezzare il valore intimo e collettivo del cammino e aumentare la consapevolezza della necessità di preservare il territorio montano.
Il trekking d’autunno Andare in montagna è tornare a casa – ispirato all’omonimo libro di John Muir, pioniere della wilderness, camminatore, naturalista, esploratore e scrittore americano di fine Ottocento – è adatto a tutti gli escursionisti “selvaggi e temerari” predisposti alla scoperta, con un discreto allenamento fisico e un forte spirito di adattamento (difficoltà escursionistica EE).
Un cammino il cui senso si può riassumere con una citazione tratta proprio dal libro di Muir: Tempeste, nubi, venti nei boschi – tutti erano benvenuti come amici.

Quando e dove
– Sabato 31 ottobre: ritrovo ore 8:30 al parcheggio libero di fronte alla Casa della Sanità di Livigno (1850 m); presentazione partecipanti e trekking; acquisto viveri e controllo dotazioni; spostamento in zona Forcola (1911 m) e partenza cammino ore 10:00 verso valle Vago/val Nera, valle di Campo e passo Mera (2675 m); pausa pranzo e attività varie; arrivo nel pomeriggio da val Mera a Camp (2016 m); cena al falò e notte al locale invernale del rifugio Saoseo (1986 m).
– Domenica 1 novembre: sveglia ore 7:00; colazione e sistemazione zaini; partenza ore 8:00 in direzione lago val Viola (2266 m) e valle Minestra; pausa pranzo e attività varie; ripartenza verso colle Mine (2801 m) e valle delle Mine*; arrivo in zona Tresenda (1892 m) a Livigno e ritorno in zona Forcola ore 17:30.
*Il percorso può subire variazioni in base alle condizioni del terreno: sarà il gruppo a decidere quale sentiero percorrere.

Che cosa avere con sé
Zaino trekking da 40l in su; scarponcini trekking ben rodati; sacco a pelo temperatura comfort 0°/5°; capi caldi giorno e notte; mantella pioggia; necessario igiene personale; borraccia, gavetta alluminio, posate; accendino e coltellino multiuso; taccuino e penna; altre dotazioni personali; torcia frontale; kit pronto soccorso; mascherina; bastoncini trekking.

Le parole chiave di questo trekking
Camminare.
Chiacchierare, restare in silenzio, riconoscere i suoni, vedere il paesaggio, individuare i pericoli, imparare ad adattarsi, stare soli, stare in gruppo, esprimere sensazioni, essere curiosi, prendere appunti, chiedere informazioni, condividere, ascoltare pillole di geologia, ammirare flora e fauna, leggere un libro, ridere, giocare, faticare, accettare le condizioni meteo, rinunciare, improvvisare, stupirsi dei colori autunnali, pensare, fantasticare, godere della libertà.
Camminare.

Chi siamo
– Ivan Peri è accompagnatore di media montagna, maestro di sci, volontario del soccorso alpino di Livigno e presidente del CAI di Livigno. È un esperto camminatore e nell’estate 2014 ha completato la Via Alpina in 80 giorni.
– Thomas Ruberto (ossia chi scrive questo post) è libraio e scrittore di Livigno. Nel maggio 2019 ha camminato per 15 giorni alla scoperta della Valtellina, esperienza sfociata in un libro di viaggio.

Costi e informazioni
Quota di partecipazione: Euro 90,00 a persona.
La quota comprende accompagnamento, assicurazione infortuni, pasti, dotazioni comuni (gas, fornello e pentolini) e pernotto al locale invernale rifugio Saoseo (costo Euro 30,00 già conteggiati).
Il trekking è confermato con un minimo di 4 e un massimo di 10 partecipanti.
L’annullamento del trekking e il rimborso della quota sono previsti solo in caso di copiose nevicate o pessime condizioni meteo nei due giorni di cammino.
Viste le regole per contrastare la pandemia da Covid-19, è obbligatorio avere con sé la mascherina e mantenere la distanza di sicurezza interpersonale durante il cammino, i pasti e la notte.
Le iscrizioni vanno fatte entro la sera di giovedì 29 ottobre 2020.
Per informazioni e iscrizioni contattare Ivan Peri (tel. 338.9844688 – b&b Chalet Des Alpes Livigno) oppure me, Thomas Ruberto (tel. 339.7599935 – sezione contatti del blog – libreria La Botia Noa Livigno).

(La fotografia di copertina che accompagna il post è di Ivan Peri, scattata pochi giorni fa in val da Camp, in Svizzera. Le immagini all’interno del testo sono mie)

Condividi questo post