“Chi me l’ha fatta in testa?”

È il libro più conosciuto che tratta con grande umorismo un tema amatissimo dai più piccoli: la cacca. È la “rivincita colta dell’escremento”, è “ciò che più diverte i bambini”, come l’hanno definito due autorevoli quotidiani italiani.
Sto parlando di Chi me l’ha fatta in testa?, libro per bambini di 2/5 anni scritto e disegnato da Werner Holzwarth e Wolf Erlbruch, pubblicato in Italia da Salani.

La trama è semplice e divertente: una terribile catastrofe piomba sulla piccola Talpa in una serata di primavera, mentre se ne sta tranquilla fuori dalla tana. Questa catastrofe è marrone, pesante, umida e a forma di salsiccia, e la cosa peggiore è che le cade esattamente sulla testa! Ma chi è il colpevole di questo affronto? E come ha osato? Per scoprire chi è stato, la piccola Talpa deve svolgere indagini approfondite, rischiose per la propria incolumità e puzzolenti, chiedendo a ogni animale nei paraggi di dimostrare con i fatti la propria innocenza…

In più, oltre a essere il capostipite sulla cacca, Chi me l’ha fatta in testa? può essere definito anche un giallo per bambini, perché le sue parole e le sue immagini sono capaci di creare suspance, oltre a divertire e incantare. E la vendetta finale della piccola Talpa, che ogni bambino attende dall’inizio, si rivela inefficace, poco soddisfacente e dunque del tutto inutile, una perdita di tempo e di forze. Proprio come tutte le vendette.

Personalmente ho testato questo libro non solo su mio figlio – l’avrò letto almeno un centinaio di volte – ma anche durante le letture per bambini che organizziamo con la libreria: credetemi, l’effetto è sempre garantito. Come potete ben immaginare, infatti, la cacca fa ridere, coinvolge, attrae e accomuna tutti, piccoli e grandi, umani e animali. E questa cosa piace da matti ai bambini. Nonostante la puzza e l’imbarazzo!

Condividi questo post

Lascia un commento